Pallone d'oro
,

Il Pallone d’oro e i suoi protagonisti

L’assegnazione a Luka Modrić del Pallone d’oro 2018 ha interrotto il dominio di Lionel Messi e Cristiano Ronaldo. I due calciatori negli ultimi dieci anni si sono divisi le vittorie, portandosi a casa l’ambìto premio cinque volte ciascuno. Eppure sono solo gli ultimi di una lunga serie di campioni che, dal 1956 a oggi, sono stati premiati come migliori giocatori del calcio europeo. Ripercorriamo la storia del Pallone d’oro riprendendo le statistiche riportate sui Decenni di Federico Motta Editore.

Come è nato il Pallone d’oro

Il Pallone d’oro nacque nel 1956, quando fu istituito da France Football, una nota rivista sportiva francese. Lo scopo del suo ideatore, il giornalista ed ex calciatore Gabriel Hanot, era di premiare il migliore giocatore del calcio europeo della stagione appena conclusa. Fino al 1994, per vincere il premio era necessario non solo avere giocato in una squadra europea, ma anche avere la cittadinanza in un paese del Vecchio continente. Con l’abolizione di questa regola, nel 1995 il premio fu assegnato al liberiano George Weah, storico attaccante del Milan.

Tra il 2010 e il 2015 il premio è stato assegnato congiuntamente da France Football e dalla FIFA. Per decidere il vincitore vengono presi in esame alcuni criteri. Vengono valutati non solo i risultati in campo e il talento del giocatore, ma anche il suo carisma e in generale la sua carriera.

I grandi protagonisti

Luka Modrić è solo l’ultimo di una lunga serie di talenti che hanno giocato nel calcio europeo e sono stati insigniti del Pallone d’oro. Il vincitore della prima edizione fu il britannico Stanley Matthews, centrocampista del Blackpool. A lui sono seguiti nomi di spicco come Eusébio, Johan Cruyff, Franz Beckenbauer, Michel Platini, Marco van Basten, Ronaldo e Zinedine Zidane. Cinque gli italiani nella lista: Omar Sivori (1961), Gianni Rivera (1969), Paolo Rossi (1982), Roberto Baggio (1993) e Fabio Cannavaro (2006). Il record di vittorie, come ricordato, spetta a Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, con cinque premi ciascuno.

gilet gialli
,

Gilet gialli e le proteste ai tempi di internet

Non è un mistero che i social network siano sempre più presenti nella nostra vita quotidiana. I nuovi media digitali sono ormai diventati indispensabili per milioni di persone in tutto il mondo. Sempre più spesso i social network vengono usati anche per iniziative civili e politiche. Un esempio, di cui si parla in questi giorni, è la protesta dei gilets jaunes, i gilet gialli, che sta tenendo occupato il governo francese di Emmanuel Macron e Édouard Philippe. A partire da questo argomento, cerchiamo di capire qualcosa di più sui nuovi media attraverso le opere di Federico Motta Editore.

Il saggio di Michela Nacci e Peppino Ortoleva sull’Età moderna di Federico Motta Editore

Continua a leggere