Pallone d'oro
,

Il Pallone d’oro e i suoi protagonisti

L’assegnazione a Luka Modrić del Pallone d’oro 2018 ha interrotto il dominio di Lionel Messi e Cristiano Ronaldo. I due calciatori negli ultimi dieci anni si sono divisi le vittorie, portandosi a casa l’ambìto premio cinque volte ciascuno. Eppure sono solo gli ultimi di una lunga serie di campioni che, dal 1956 a oggi, sono stati premiati come migliori giocatori del calcio europeo. Ripercorriamo la storia del Pallone d’oro riprendendo le statistiche riportate sui Decenni di Federico Motta Editore.

Come è nato il Pallone d’oro

Il Pallone d’oro nacque nel 1956, quando fu istituito da France Football, una nota rivista sportiva francese. Lo scopo del suo ideatore, il giornalista ed ex calciatore Gabriel Hanot, era di premiare il migliore giocatore del calcio europeo della stagione appena conclusa. Fino al 1994, per vincere il premio era necessario non solo avere giocato in una squadra europea, ma anche avere la cittadinanza in un paese del Vecchio continente. Con l’abolizione di questa regola, nel 1995 il premio fu assegnato al liberiano George Weah, storico attaccante del Milan.

Tra il 2010 e il 2015 il premio è stato assegnato congiuntamente da France Football e dalla FIFA. Per decidere il vincitore vengono presi in esame alcuni criteri. Vengono valutati non solo i risultati in campo e il talento del giocatore, ma anche il suo carisma e in generale la sua carriera.

I grandi protagonisti

Luka Modrić è solo l’ultimo di una lunga serie di talenti che hanno giocato nel calcio europeo e sono stati insigniti del Pallone d’oro. Il vincitore della prima edizione fu il britannico Stanley Matthews, centrocampista del Blackpool. A lui sono seguiti nomi di spicco come Eusébio, Johan Cruyff, Franz Beckenbauer, Michel Platini, Marco van Basten, Ronaldo e Zinedine Zidane. Cinque gli italiani nella lista: Omar Sivori (1961), Gianni Rivera (1969), Paolo Rossi (1982), Roberto Baggio (1993) e Fabio Cannavaro (2006). Il record di vittorie, come ricordato, spetta a Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, con cinque premi ciascuno.

gilet gialli
,

Gilet gialli e le proteste ai tempi di internet

Non è un mistero che i social network siano sempre più presenti nella nostra vita quotidiana. I nuovi media digitali sono ormai diventati indispensabili per milioni di persone in tutto il mondo. Sempre più spesso i social network vengono usati anche per iniziative civili e politiche. Un esempio, di cui si parla in questi giorni, è la protesta dei gilets jaunes, i gilet gialli, che sta tenendo occupato il governo francese di Emmanuel Macron e Édouard Philippe. A partire da questo argomento, cerchiamo di capire qualcosa di più sui nuovi media attraverso le opere di Federico Motta Editore.

Il saggio di Michela Nacci e Peppino Ortoleva sull’Età moderna di Federico Motta Editore

Continua a leggere

topolino
,

I novanta anni di Topolino

Il 18 novembre 1928 debuttava uno dei personaggi più amati della cultura pop occidentale: Topolino. Per Walt Disney era il primo passo di un lungo percorso che lo avrebbe portato a diventare una leggenda del cinema, con 26 premi Oscar vinti e oltre cinquanta nomination. Topolino negli anni ha divertito milioni di bambini, ma li ha anche educati attraverso le pubblicazioni didattiche. Un esempio è l’Enciclopedia Motta-Disney, pubblicata da Federico Motta Editore negli anni Novanta in collaborazione con l’azienda statunitense. Scopriamo ora insieme alcune curiosità sul più famoso personaggio Disney.

topolino

La grande enciclopedia per i ragazzi pubblicata da Federico Motta Editore con Disney

Continua a leggere

elezioni di midterm
,

Le elezioni di midterm e la centralità degli USA

Le elezioni di midterm del 6 novembre sono un banco di prova per l’amministrazione americana. A due anni esatti dalla sua elezione come nuovo presidente degli Stati Uniti, per Donald Trump le elezioni di metà mandato serviranno per capire se gli elettori sono favorevoli o no alla sua politica. Il voto però non avrà impatto solo per la politica americana: l’esito delle elezioni avrà conseguenze anche per i principali partner commerciali, Italia compresa. Ma come è nata la potenza economica degli Stati Uniti? E che cosa sono le elezioni di midterm?

elezioni di midterm

Il saggio di Vittorio Beonio Brocchieri sull’ascesa economica degli USA, nel volume sull’Età moderna di Federico Motta Editore

Continua a leggere

montserrat caballe

Montserrat Caballé e la musica lirica oggi

Montserrat Caballé, la celebre cantante lirica spagnola, si è spenta a Barcellona, sua città natale. Per molti era l’erede di Maria Callas, oltre che un’indimenticabile interprete di opere di Donizetti, Mozart e Strauss. Ma anche gli appassionati del rock si ricorderanno di lei per un suo celebre duetto con Freddie Mercury, leader dei Queen. La scomparsa dell’«ultima diva della lirica», come è stata definita, è un’occasione per ripercorrere brevemente l’evoluzione del melodramma del Novecento. Per approfondire è possibile leggere un interessante saggio di Daniela Tripputi, L’opera dopo Puccini, sull’Età moderna di Federico Motta Editore.

federico motta editore

Il saggio di Daniela Tripputi sull’Età moderna di Federico Motta Editore

Continua a leggere

,

Da Reynaud a Gli Incredibili: il cinema d’animazione

Gli Incredibili 2 è approdato in questi giorni nelle sale cinematografiche. Spesso si pensa al cinema di animazione come un prodotto principalmente statunitense, eppure anche l’Europa ha dato il suo contributo nella crescita di questo settore. Per esempio, sapevate che il primo film d’animazione è stato realizzato in Francia? Lo possiamo scoprire leggendo l’interessante saggio Il cinema di animazione di Luca Raffaelli sull’Età moderna di Federico Motta Editore.

Luca Raffaeli

Il saggio di Luca Raffaelli sull’Età moderna di Federico Motta Editore

Continua a leggere

Norman Foster

Quando ricostruire significa rinascere

Il ponte Morandi a Genova sarà sostituito da un nuovo ponte, nato da un’idea di Renzo Piano. Secondo gli auspici del grande architetto, la ricostruzione dovrà essere un’occasione per una rinascita, ma allo stesso tempo dovrà conservare il ricordo per le vittime del disastro. Una riflessione sul tema della ricostruzione come rinascita si può fare a partire dall’esempio di Berlino, rinata dopo la devastazione della seconda guerra mondiale. Ne parla Elena Pirazzoli nel saggio L’imbarazzo delle macerie: il dopoguerra tedesco fra ricostruzioni e tracce dei campi, pubblicato sull’Età moderna di Federico Motta Editore.

ponte morandi

Il saggio di Elena Pirazzoli sull’Età moderna di Federico Motta Editore

Continua a leggere

immigrazione

Immigrazione e letteratura: la lezione del Novecento

L’immigrazione è uno dei temi caldi di questi mesi, soprattutto per le tensioni suscitate in Unione Europea sull’accoglienza e la ripartizione dei migranti. Oggi però vogliamo guardare a questo fenomeno da un’altra prospettiva: quella della letteratura. Le migrazioni sono infatti da sempre una fonte di creatività per romanzieri e drammaturghi. Di questo argomento parla Carmine Chiellino nel suo saggio Scritture dei migranti sui volumi dedicati all’Età moderna della collana Historia di Federico Motta Editore.

immigrazione

Letteratura e immigrazione: il saggio di Carmine Chiellino sull’Età moderna di Federico Motta Editore

Continua a leggere

Sergio Marchionne
,

Sergio Marchionne, dalla nuova 500 a FCA

Il 21 luglio 2018 si è chiusa l’era di Sergio Marchionne alla guida del gruppo FIAT Chrysler Automobiles (FCA). In quattordici anni di attività, il manager è riuscito a risollevare le sorti della FIAT, portandola a diventare una multinazionale dopo la fusione con la statunitense Chrysler. Questi importanti passaggi sono raccontati negli Annuari pubblicati dalla Federico Motta Editore. Ripercorriamo rapidamente la carriera di Sergio Marchionne, uno dei protagonisti assoluti dell’industria italiana degli ultimi 20 anni.

Continua a leggere

uomo ragno

Da Yellow Kid all’Uomo Ragno: il fumetto americano

Dagli Stati Uniti è arrivata la notizia della morte di Steve Ditko. Forse a molti questo nome non sarà familiare, eppure in tanti hanno amato uno dei personaggi nati dalla sua fantasia: Spider-Man, l’Uomo Ragno. Era il 1962 quando Ditko, insieme allo sceneggiatore e caporedattore Stan Lee, creava per la Marvel Comics il supereroe che con le sue ragnatele combatte il crimine tra i grattacieli di New York. Eppure, quando l’Uomo Ragno è nato, il fumetto americano aveva già oltre sessant’anni di storia. Ne ripercorriamo le prime fasi attraverso il racconto fatto da Daniele Barbieri nel saggio Il fumetto sull’Età moderna di Federico Motta Editore.

Continua a leggere