Campionato mondiale di calcio femminile

L’Italia dello sport segue con attenzione la partecipazione della nostra Nazionale al Campionato mondiale di calcio femminile. La notizia è particolarmente significativa: finora infatti il calcio femminile è stato poco considerato dai media, offuscato dal calcio maschile. L’impresa delle azzurre, che sotto la guida di Milena Bertolini sono riuscite a qualificarsi per il Mondiale di Francia 2019, ha dato un importante contributo per rilanciare questa disciplina scarsamente considerata. Ripercorriamo brevemente la storia del campionato, riproponendo anche alcune statistiche tratte dai Decenni e dagli Annuari di Federico Motta Editore.

Pallone d'oro

Cresce l’attenzione per le nostre calciatrici al Mondiale di Francia 2019

Come è nato il Campionato mondiale di calcio femminile

Il Campionato mondiale di calcio femminile fu ideato nel 1991 da Joao Havelange, all’epoca presidente della FIFA. Nasceva a ben 61 anni dal Campionato mondiale maschile, inaugurato nel 1930. La prima edizione si tenne in Cina nel 1991 e fu vinta dagli USA. Fu quindi ospitato dalla Svezia (1995), dagli Stati Uniti (1999 e 2003), di nuovo dalla Cina (2007), dalla Germania (2011) e dal Canada (2015). L’attuale edizione si svolge in Francia: si è aperta il 7 giugno e si chiuderà il 7 luglio.

Un po’ di statistiche

In otto edizioni, la Nazionale con il maggior numero di medaglie è quella degli Stati Uniti, che hanno conquistato tre ori (nel 1991, nel 1999 e nel 2015), un argento (nel 2011) e tre bronzi (nel 1995, nel 2003 e nel 2007). Segue la Germania, con due vittorie (nel 2003 e nel 2007) e un secondo posto (nel 1995). Hanno poi vinto un’edizione ciascuna anche la Norvegia (1995) e il Giappone (2011). L’Italia invece è oggi alla sua terza partecipazione, dopo quelle del 1991 e del 1999. Passando invece alle giocatrici che più si sono distinte, la classifica delle marcatrici è guidata dalla brasiliana Marta Vieira da Silva, meglio nota come “Marta”, che in quattro edizioni (dal 2003 al 2015) ha segnato 15 reti. Seguono, pari merito, la tedesca Birgit Prinz e la statunitense Abby Wambach, con 14 reti ciascuna. La calciatrice con più gol nella stessa edizione è però la statunitense Michelle Akers: durante il campionato di Cina 1991 segnò ben 10 reti!